Livio Ghelli

La tua vetrina all'interno della community exfilab

Livio Ghelli

Livio Ghelli è nato nel 1950, è sposato, vive e lavora a Firenze.

E' laureato in filosofia e in lingue straniere (letteratura portoghese). E' stato traduttore dallo spagnolo e dal portoghese, collaboratore redazionale per varie case editrici, bibliotecario, infine insegnante, attività che sente particolarmente congeniale e che gli ha dato molto.

Ha insegnato materie letterarie e storia nella scuola secondaria, per quasi quarant'anni, sia a ragazzi che ad adulti, in luoghi e situazioni diverse.

All’inizio della carriera, l’esperienza di un anno di insegnamento in un cantiere in Perù contribuiva a interessarlo alla cultura e al mondo fantastico latino-americano, che ha continuato a studiare e approfondire nel corso della vita.

Scrive sia articoli (storia e tradizioni locali, storia dell'arte, aspetti della società) che saggi, aforismi, fiabe, filastrocche e racconti. Come divulgatore ha organizzato o collaborato a realizzare, a partire dagli anni '90, a Pistoia e Firenze, rassegne di cineforum, convegni, pubbliche letture e incontri culturali presso scuole, strutture comunali, circoli e biblioteche.

In particolare:

  • Convegno su Francesco Ferrucci (San Marcello Pistoiese, anno 1997, col patrocinio del Comune di San Marcello e del Centro di cultura scientifica Agostino Gemelli);
  • Cicli di incontri e conferenze dedicati in prevalenza alla storia del risorgimento italiano (dal 2009 al 2016, presso Biblioteche comunali, Univ. Età Libera e altre istituzioni nelle province di Firenze, Pistoia, Arezzo);
  • Pubblicazioni: Volume: La Renaissance de Livio Ghelli (illustr. D. De Luca), ediz. Casterman, 1993; Volume: Gavinana 3 agosto 1530, testo di Livio Ghelli, edito nel 1997 dal C.C.S. Gemelli di Pistoia; Volume: Ogn'uom di Ferruccio ha il core, ha la mano - UN'IDENTITA' RITROVATA, a cura di U. Barlozzetti, L. Ghelli, F. Traversi, edito nel 2011 da Regione Toscana.
DATI PERSONALI:

NOME e COGNOME: Livio GHELLI

LUOGO e DATA di NASCITA: FIRENZE, 23 settembre 1950

INDIRIZZO: Via ARETINA, 255 – FIRENZE Cap 50136; telefono: 055-6504822 / cellulare: 333-1074129

E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PROGETTO 2016: FARSI UN LIBRO

CURATORE DEL PROGETTO: Livio GHELLI

SEDE ATTIVITA': EXFILAB-Spazio Social Coworking, via Monsignor Leto Casini, 11. Firenze (spazi della ex Fila, presso Consorzio Metropoli).

ORARIO: Martedì e venerdì dalle 9 alle 13.                                    

COSA SI INTENDE FARE:

Realizzazione sia di e-book che di testi già pronti (da proporre agli Editori interessati per la stampa e la distribuzione). Offriamo un servizio di lettura, valutazione, correzione bozze e progettazione grafica, fino al fac-simile dello stampato definitivo -o menabò- sotto forma di file.

Condizione essenziale: che i testi che ci saranno presentati risultino per noi interessanti, originali e adeguati alle nostre forze e disponibilità. In sostanza: prendiamo il manoscritto grezzo e lo portiamo alla definitiva versione sotto forma di file (corretta, predisposta per l'impaginazione e completa dal frontespizio all'indice).  

Non ci occupiamo invece della edizione su carta, della stampa, rilegatura, distribuzione e commercializzazione del libro. Questi aspetti possono essere curati da una casa editrice (a meno che il committente non intenda stampare in proprio la versione definitiva che gli consegneremo, e distribuirla da sé, sfida coraggiosa ma non impossibile).

COMITATO SCIENTIFICO: Per la lettura, valutazione e revisione dei testi proposti facciamo riferimento al gruppo di lavoro, di cui fanno parte, per le   loro competenze, Ugo Barlozzetti (storia), Sergio Cardini (medicina e scienze), Livio Ghelli (narrativa e filosofia), Francesco Traversi (storia dell'arte).

QUALI TESTI CI INTERESSANO:

  • Traduzioni di racconti e saggi, originali e inediti, dal portoghese, dallo spagnolo e dall'inglese, di autori dell'Ottocento e Novecento (nostra collana: Novantaseipagine).
  • Saggi brevi riguardanti storia locale, architettura e arte, aspetti dei costumi e della società, storia del pensiero scientifico, ecc.
  • Memorie personali non frammentarie, storicamente rilevanti.